Il cuore nel mirino

Postato il Aggiornato il

tremolizzo

I linfomonociti orchestrano la risposta immune dell’organismo in fisiologia e in patologia. In queste cellule, il fattore di trascrizione MEF2C (myocyte-specific enhancer factor 2C, marcato in rosso nella foto) regola numerose funzioni vitali spostandosi dal citoplasma al nucleo (in blu).

Nella micrografia a fluorescenza, il campione ematico è stato donato da un paziente affetto da sclerosi laterale amiotrofica (SLA), una patologia degenerativa dei motoneuroni ad andamento rapidamente ingravescente che porta a morte in pochi mesi dall’esordio. Nei linfomonociti di questi pazienti, MEF2C risulta più facilmente confinato al di fuori del nucleo, assumendo un aspetto che attraverso il mirino del microscopio assomiglia proprio a quello di un cuore, plausibilmente con perdita di funzione. Ipoteticamente, tale alterazione si riflette nell’innesco di un’alterata risposta immune che potrebbe contribuire alla patogenesi della SLA, offrendo al contempo nuovi spunti per pensare a terapie efficaci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...